Vari tipi di smalto

Anche oggi, come tempo addietro, una donna si definisce di classe quando abbina gli accessori, sia in stile che in colori, al resto della mise. Così come per gli accessori, spesso gli smalti vanno abbinati in particolari occasioni.

Approfondo in questo articolo, le diverse varietà di smalti in commercio. Vediamo quali sono i tipi e le differenti texture che possiamo trovare in uno smalto e quali sono i cosiddetti finish degli smalti.

Partiamo da quelli più commerciali, ovvero la texture che abbraccia la maggior parte degli smalti che possiamo trovare in giro, ovvero i cosiddetti “creme”. Si tratta di un smalto monocromatico e di consistenza cremosa, il cui effetto finale è liscio e lucido. Se lo smalto utilizzato è di qualità, infatti, il pennellino non dovrebbe lasciare le famose “strisce” sull’unghia.

Fanno parte di questa categoria, i cosiddetti smalti “jelly” che sono molto simili a quelli appena descritti ma si differiscono per avere una consistenza più simile alla gelatina, sono solitamente colori chiari, ed estremamente lucenti .

Troviamo poi il classico “colore perlato”, che è uno dei più diffusi dopo il creme, e i colori must di questo genere di smalto sono il bianco o il rosa, che in genere usa chi non ama particolarmente apparire.

Molto appariscenti e da poco diffusi in tutto il mondo sono, d’altro canto, gli smalti “neon” che, come si evince dalla parola stessa, sono smalti da colori fluorescenti, che possiamo paragonare per gamma di colori e effetto finale, agli evidenziatori. Si tratta di colori eccessivamente brillanti, preferibili magari nelle stagioni estive!

!

Gli smalti “frost” sono un tipo di finish che ha perso un po’ di popolarità negli ultimi anni, a causa delle “pennellate” ben visibili sull’unghia. Come il nome lascia intendere, si tratta di smalti che danno un effetto “cristallizzato”, come se l’unghia fosse coperta da una patina ghiacciata.

.

Per chi non ama questo effetto, esistono in commercio i famosi smalti “shimmer”: la maggior parte di questi hanno dei microglitter argentati o dorati, e donano alle unghie un effetto liscio, ma senza “pennellate” visibili.

.

Solitamente si associano a questa categoria gli smalti “duochrome”, che come la parola stessa descrive, sono smalti “bicromatici”, e creano sulle unghie un particolarissimo effetto ottico di due colori che si fondono.

.

Simili ai duochrome, ma decisamente meno brillanti sono gli “iridescent”, smalti caratterizzati da un colore di base, e da un colore che ne dona il riflesso. Non se ne trovano molti in commercio, ma è un effetto che si può ottenere utilizzando diversi top coat.

Molto eleganti, appartengono infatti a questa categoria, gli smalti “metallizzati” , che possono essere dei colori classici come, appunto, l’argento e l’oro ma anche in altre sfaccettature di colore, valorizzate con questa texture e che, volendo, possono essere abbinati a un make up particolare. Sono molto ricercati perché cambiano tonalità a seconda della luce, permettendo, quindi, di essere utilizzati in qualsiasi ora della giornata.

Per chi ama apparire, invece, può sfoggiare sulle proprie unghie gli irrinunciabili smalti “glitter”, utilizzabili sia come top coat finale che come vero e proprio effetto finish. Ne esitono in commercio di tutti i colori, più o meno brillanti e di diverse tonalità; si passa infatti dai tanto amati smalti glitter oro e argento fino ad arrivare a smalti glitterati color viola, blu e verde scuro. Questa disponibilità di nuance diverse, dà la possibilità di usarli, infatti, o come semplice decorazione ad esempio all’estremità delle unghie, o come vero e proprio smalto, da usare interamente sulla superificie, magari ripassato più volte sulle unghie per ottenere il risultato desiderato.

E se ancora non vi basta, potete provare gli smalti “holographic”, nei quali i glitter contenuti, essendo di tonalità diverse, formano una sorta di arcobaleno e donano riflessi sempre differenti. Sono caratterizzati spesso da colori brillanti e colorati, che donano riflessi metallici alle unghie; solitamente sono maggiormente richiesti nei mesi estivi, proprio per le qualità appena descritte.

Estremamente di moda in questo periodo sono gli smalti matte, così chiamati perché caratterizzati da colori opachi.  Si tratta di una tipologia di smalto non più lucido o perlato come nella maggior parte dei casi che troviamo, ma opaco, completamente senza riflesso alcuno, praticamente il perfetto opposto di uno smalto brillante, lucido e scintillante. Potrebbe sembrare di primo approccio un effetto non proprio gradevole, e invece non è cosi, e non a caso sia gli smalti sia i top coat che sono in grado di rendere opachi gli smalti, si moltiplicano a vista d’occhio e vanno a ruba.

.

Esiste davvero un’ampia scelta di smalti e di effetti da poter ottenere sulle vostre unghie per essere sempre di tendenza in qualsiasi occasione, a questo punto.. non resta che provarli tutti!

One thought on “Vari tipi di smalto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: